Social network (Come sopravvivere, quanti like hai, come usare bene i social media)

social

Uno dei motivi che può frenarti dall’utilizzo dei social network è il fatto che siano spesso onerosi nella gestione. Sarà anche divertente fare i post dalla spiaggia fotografando gli amici, diventa più noioso – e complicato – creare contenuti che tengano viva l’attenzione dei clienti, soprattutto mentre devi star dietro al lavoro quotidiano. Ma ti rivelo un paio di trucchi per gestire questa cosa.

Scegli dove vuoi stare

Non tutti i social network sono uguali, devi decidere quale fa per te, quale si adegua allo stile della tua azienda, ma soprattutto dove stanno i tuoi clienti. Così eviti di parlare al vento.

UGC

Uno dei trucchi più “volgari” è quello dello User Generated Content (contenuto generato dagli utenti): hai un negozio di ottica e non sai cosa scrivere? Lancia un post chiedendo quali sono gli occhiali trend secondo i tuoi follower, o un contest sugli occhiali più belli delle star, o chiedi di postare gli occhiali più recenti o più particolari che hanno comprato. Sei hai dei follower davvero attenti e dediti, vedrai che ti riempiranno la pagina di post e scritte.

Micropost

Un mio “socio” produce post di tre righe e un’immagine con cadenza più che giornaliera, e sono tutte cose interessanti: si tratta di tre dati minimi su operazioni di funding di startup, che puoi approfondire in altri luoghi, ma se sei collegato al mio amico hai una visione costante di trend e valori di mercato – cosa che a lui crea uno sforzo minimo ma a te può interessare molto.

Strumenti

Conosci Hootsuite? È uno strumento che consente di editare contenuti, collaborare nell’editing, programmarne le uscite e tanto altro da un unico punto e inviare il tutto sulla maggior parte dei social media. Puoi persino programmare cinquanta post (e se tu avessi scritto un libro avresti già i contenuti 😉 e farli uscire uno alla settimana, godendoti i frutti dei contatti che andresti a generare, con una sola giornata di lavoro, durante l’arco di tutto l’anno.

Quanti like hai?

È più importante avere tanti like o “amici” davvero attenti? Burger King Norvegia ha condotto un esperimento, chiedendo a un gruppo di propri fan di togliere il like alla pagina BK per sempre in cambio di un coupon per l’acquisto di un big Mac. Il gruppo selezionato si è ridotto sensibilmente, ma ora l’azienda è sicura di avere interlocutori attenti e motivati (trovi maggiori informazioni in questo articolo).

Quanto è importante per te avere molti like sulla pagina Facebook della tua azienda? Quanto ritieni che siano realmente attenti e interessati i tuoi “follower”? Come è capitato anche a me, hai dei like da gente di altri continenti che difficilmente potrà mai essere interessata al tuo prodotto?

Certo che è importante fare vedere ad amici, nuovi clienti e concorrenti che abbiamo tanti like, e certo averne tanti non rappresenta sempre un costo, ma sei sicuro che sia una strategia che paga sul lungo periodo?

Come usare bene i social media?

Quanti social media esistono oggi? Qualche migliaio, almeno. Esistono social per le foto, per le questioni personali, per i libri, per il lavoro, per la musica, le vendite, la moda, le foto, il turismo, ormai pare che ogni attività debba diventare ‘social’. Ma anche ogni paese ha abitudini e usi diversi. Perché ti riguarda? Perché oggi con i social media puoi raggiungere nuovi clienti, e costruire un brand. Hai una piccola azienda di cosmetica? Allora, oltre che essere banalmente su Facebook (dove comunque puoi fare cose egregie, dai contest agli eventi a dialogare in diretta con i tuoi clienti) puoi aprire una pagina professionale su Linkedin per creare un gruppo con i professionisti che utilizzano i tuoi prodotti, aderire a gruppi che parlino delle problematiche di marketing e vendite del settore. Puoi andare su Pinterest e mettere le foto del tuo bellissimo packaging e del prodotto ambientato (il tuo packaging è bellissimo, vero?). Oppure puoi caricare un video su Youtube, ma ricordando che c’è anche Vimeo.

E così via…